<

Conte è al "buio". E Franceschini prende il volante

Il Consiglio dei ministri non conosce coprifuoco. Ci si vede di sabato, quando il sole è tramontato, come al solito dopo cena, replicando lo schema dei giorni cupi di primavera. Non si sa perché il governo ama queste riunioni al buio, come se avesse timore di mettere in chiaro le proprie scelte o per creare l'attesa o, magari, per spiazzare i giornali. Fatto sta che anche questa volta si tira tardi.Rispetto ai mesi di quarantena qualcosa negli equilibri del governo è cambiato. Nulla...